Louisiana vince il Doc/it Professional Award 2016 e la Menzione Speciale del Quaderno

Senza categoria

Written by:

Views: 571

LOUISIANA (THE OTHER SIDE) DI MINERVINI VINCE IL DOC/IT PROFESSIONAL AWARD 2016 e la MENZIONE SPECIALE QUADERNO DEL CINEMAREALE
ASSEGNATI ANCHE I PREMI MARGUTTA DIGITAL, 100 AUTORI, AAMOD, STADION VIDEO, LO SCRITTOIO E ISSAVERDENS

Doc/it – Associazione Documentaristi Italiani chiama a raccolta il mondo del documentario per annunciare i vincitori della VI edizione del Doc/it Professional Award. Cinque i documentari finalisti: Louisiana (the Other side) di Roberto Minervini, Napolislam di Ernesto Pagano, Grozny Blues di Nicola Bellucci, Revelstoke, Un Bacio nel Vento di Nicola Moruzzi, I sogni del lago salato di Andrea Segre.

Il Doc/it Professional Award, nato nel 2010 in occasione dei 10 anni di attività dell’Associazione dei Documentaristi Italiani per rispondere ad una forte esigenza di incontro tra il documentario e il suo pubblico, è l’evoluzione di un percorso iniziato nel 2004 col Premio Doc/it al Festival di Venezia del 2008.

I 5 finalisti di questa edizione, votati dai membri dell’Academy sono stati selezionati a partire dai documentari usciti nel 2015 e iscritti al Premio. Le votazioni preliminari che hanno portato all’assegnazione dei premi hanno registrato un’eccezionale partecipazione da parte del mondo del documentario italiano: una Academy composta da più di 70 professionisti fra autori, produttori, direttori di festival, critici e tecnici, ha avuto modo di visionare i 75 titoli in concorso in streaming video tramite la piattaforma www.italiandoc.it ed esprimere il proprio voto.

Louisiana di Roberto Minervini vince il Doc/it Professional Award con un premio di 1000 euro, a cui si aggiunge il premio Margutta Digital che consiste nella color correction per il prossimo film documentario. Louisiana si aggiudica anche la Menzione Speciale Quaderno del Cinemareale che prevede la pubblicazione di uno studio sul processo creativo che ha portato alla realizzazione del film nel prossimo numero della rivista.

Comments are closed.