Alessandro e Giulio Brogi

Cantiere

Written by:

Views: 798

Giulio Brogi, gli invidiavo la barba. Non amava il cappello previsto per il suo costume, ha scelto quello del direttore della fotografia. Ha fatto bene. La scena nel copione esisteva, ma avevo deciso di cambiarla. In ogni caso, “il vecchio” doveva incontrare le due “giovani” Luisa e Renata, in fibrillazione perché avevano iniziato il loro incontrollato ricatto. E qui, improvvisando, Giulio se n’è uscito con una delle batture più belle del film: “Fin che semo vivi, ghemo tutti ea stessa età” (Finché siamo vivi, abbiamo tutti la stessa età). Chapeau! – Alessandro Rossetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *